L’arte si impadronisce dei giardini di Aix en Provence! La 15a edizione delle Flâneries d’Art Contemporain, un evento gratuito che offre: installazioni, concerti, letture… il tutto con ospiti d’eccezione: Anny Duperey, Sophie Barjac… un grande contenitore d’arte accessibile a tutti, il 26 e 27 giugno 2021.
La 15a edizione delle Flâneries d’Art Contemporain, organizzata dall’attrice Andréa Ferréol e presidente di Aix-en-Œuvres, accoglie più di 19 artisti e artisti visivi accompagnati da autori, attori e musicisti, nei giardini privati di palazzi del XVII secolo, situati nel famoso quartiere Mazarin nel cuore di Aix-en-Provence.

Pittura, arti plastiche, scultura, gioielli, ceramica, fotografia, profumiere-creatore, senza dimenticare numerosi eventi come: installazioni, concerti, letture e una master-class sono nel programma di questa edizione.

Gli attori Anny Duperey, Sophie Barjac, Philippe Cariou, Samuel Labarthe, Bénédicte Roy e Andréa Ferréol faranno letture di autori antichi e contemporanei.
Quattro scrittori: Olivier Bellamy, Jean d’Aillon, Florence Quentin e Marc Lagrange verranno a incontrare il pubblico e a firmare i loro libri.

19 artisti visivi internazionali sono invitati all’edizione 2021:
Dominique Rembauville, pittura; Frédérick Y.M. Gay, fan;
Corinne Martel, pittura, nel giardino dell’Hôtel d’Oléon Boysseuil (12 rue Sallier).
Clara Garesio, ceramica; Patricia Giraud, arti plastiche, saranno nel giardino del Cardinale (31 rue Cardinale);
Terence Baldelli, scultura; Vapor, installazione; Rebecca Campeau, scultura tessile; Charlotte Mano, fotografia, Eric de Ville, fotografia.
Gordon Hopkins, pittura, avrà luogo al Patio des Oblats (54 cours Mirabeau).
Hélène Guétary, la fotografia e il Conservatorio Europeo del Costume;
André Englebert, scultura; Philippe Ferrandis, gioielli; Parfumeurs du monde, profumi; Yohann Propin, disegno, allestiranno le loro opere nel Salon d’Olivary, (10 rue du 4 Septembre),
Myriam Louvel, scultura; Gérard Coquelin, arti plastiche, nel Jardin Cabassol (1, rue Cabassol).
Michel Wohlfahrt, scultura, nel giardino Flamand (1 avenue Victor-Hugo).

Accueil